Picnic a Hanging Rock (1975)

picnic3« C’è un tempo e un luogo perché qualsiasi cosa abbia principio e fine… ». È con queste parole che comincia l’ultimo giorno di vita terrena di Miranda e altre tre ragazze di un collegio femminile australiano durante una gita fuori porta in un caldissimo febbraio del 1900. La severissima direttrice del collegio, Mrs. Appleyard (Rachel Roberts), dà la possibilità alle giovani alunne del collegio di poter festeggiare San Valentino con una colazione ai piedi della Grande Roccia, un modo per distrarre la classe dalla quotidiana routine per una giornata che si prospetta climaticamente molto calda. Di tutte le ragazze, soltanto una, dichiaratamente innamorata di Miranda (Anne Lambert), la più influente del gruppo, non parteciperà all’escursione poiché in punizione. Durante la siesta, mentre quasi tutti stanno dormendo sotto l’ombra degli alberi, Miranda e tre sue compagne si avviano verso le pendici più scoscese del massiccio per una più attenta analisi geofisica della flora (questa la scusa), ma per la verità, la ragazza è istintivamente attratta da qualcosa che si trova in cima alla montagna. Mentre camminano, le ragazze vengono viste da due giovani ragazzi di passaggio e dopo qualche minuto anche una delle insegnanti accompagnatrici, Mrs.McCraw (Vivean Gray) inizia a salire la roccia senza dire nulla al gruppo rimasto a pisolare. Arrivate in cima, tre ragazze scompaiono letteralmente in una fessura, mentre una quarta scappa urlando come una dannata e riscendendo rapidamente la montagna. Successivamente scompare anche la McCraw. Con un ritardo di alcune ore rispetto alle iniziali disposizioni di Mrs. Appleyard, la carrozza che trasporta le ragazze torna al collegio ma con la tragica notizia della sparizione di alcune allieve. Iniziano le indagini…

picnic2

Da un romanzo di Joan Lindsay scritto nel 1967, Peter Weir, che poi dirigerà i più famosi L’attimo fuggente (1989) e The Truman Show (1998), dirige una meravigliosa favola nera intrisa di mistero, maestosamente ambientata nel deserto roccioso dell’Australia ad una cinquantina di chilometri da Melbourne. Perfettamente riadattato sul grande schermo, la storia della Lindsay non fa discutere dato che il suo mistero è affascinante. In questo spaccato ambientato nel 1900 si fanno allusioni alla difficoltà di dimostrare il proprio amore omosessuale, la differenza dei ceti sociali, il linguaggio volgare proibito,ecc. Non importa cosa sia accaduto sulla cima della montagna, ma tutto ciò che gira attorno, il fenomenale impatto visivo dei paesaggi e il flauto di pan (Bruce Smeaton alle musiche). picnic4Questo titolo merita il termine di “immancabile” in una videoteca per amanti del genere “mystery”, dotato di una potenza unica per un film del 1975 e terribilmente ipnotizzante. Peter Weir cuce attorno alle attrici (cast composto da quasi tutte donne) un lavoro di immagini e suoni che non sbava in nessun punto, un educatissimo equilibrio di spazio e tempo. Per quanto riguarda il romanzo, nel 1987, su richiesta esplicita della Lindsay che chiese la pubblicazione solo dopo la sua morte, uscì l’inedito “capitolo 18”, che spiegava cosa fosse realmente accaduto alle tre ragazze e alla McCraw sulla cima di Hanging Rock.

★★★★☆

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...