Un piccolo sogno (1989)

dreamalittledreamAncora una volta, la divertente coppia dei due Corey (Haim e Feldman) protagonista di una storia sicuramente originale nel complesso ma che si sviluppa su’idea già usata altre volte, il classico “nei panni dell’altro”. Alla regia l’esordiente Marc Rocco, figlio dell’attore italo-americano Alex Rocco, quì nei panni del padre di Corey Feldman. Oltre i due giovani mattacchioni, ci sono i premi Oscar Jason Robards e Piper Laurie, il grandissimo Harry Dean Stanton e la bellissima Meredith Salenger. Prodotto da D.E. Esienberg e distribuito dalla Vestron pictures, il film fu un flop al box-office e pose una pietra lapidaria sulla carriera sia della coppia dei due Corey che di quella da solisti (successivamente hanno interpretato altri film, tra cui anche il seguito di questo ma non ci fu più successo per loro, una vera storia nata e morta negli anni ’80). Per il mercato italiano, questo film non venne mai distribuito al cinema e nemmeno un passaggio in homevideo VHS e DVD – ad oggi non si trova sul mercato – ma venne ogni tanto veniva passato in televisione su canali locali come TVR Voxson e curiosamente è doppiato da gente come Gianni Musy, Riccardo Rossi e Mario Milita, signore voci insomma, che per noi italiani hanno sicuramente un certo peso.

dreamalittledream4Il timido Bobby Keller (Corey Feldman) è terribilmente innamorato di Lainie (Meredith Salenger), la quale è fidanzata con l’ossessivo Josh. Nella stessa cittadina in cui vivono questi ragzzi, l’anziano Coleman (Jason Robards) sta lavorando ad un modo per trasportare i sogni nella realtà e in questa folle impresa ha quasi convinto anche sua moglie Gina (Piper Laurie). Durante una loro seduta notturna, nel loro giardino, Bobby e Lainie si scontrano e cadono perdendo i sensi assieme ai due anziani. Da quel momento la mente dell’anziano Coleman entra nel corpo di Bobby. Per rimettere le cose a posto, Coleman dovrà migliorare la vita del ragazzo, a cui non dispiace rimanere bloccato in un limbo fra sogno e realtà.

dreamalittledream2

Se avete letto la trama che ho descritto, probabilmente non avrete capito molto bene, ma non è che io ho scritto frettolosamente, no no. La trama non si capisce proprio, perché sebbene il film abbia un fascino tutto suo, delicato e spensierato quanto basta per far sì che si collochi comodo nella categoria commedie anni ’80, la sceneggiatura ha molteplici lacune e la regia regala stacchi alquanto inopportuni perchè la storia si possa capire in todo. dreamalittledream5Se questa fosse una volontà del regista, beh non ha fatto i conti la fase del montaggio che non gli permette di comunicare il messaggio evidentemente troppo criptato (come si risolvono le cose?). Se non badiamo a questo particolare (cosa non facilissima), il film gode di una splendida atmosfera, sospesa fra il concetto di carpe-diem e l’onirico, a volte sembra mascherarsi da Nightmare ma in versione commedia, con Corey Feldman al posto di Robert Englund. Molto efficace il supporto di Harry Dean Stanton e Corey Haim, nonchè il momento musical nella palestra in cui Meredith Salenger è talmente bella da mozzare il fiato. Davvero godibile anche la colonna sonora. Per concludere, Dream a little dream (in Italia è conosciuto con due titoli diversi: Un piccolo sognoRicordati di Sognarmi) è certamente un prodotto molto più profondo dell’idiota ma onesto Licenza di guida (un altro film con i due Corey), tuttavia risulta anche più sbadato e fastidiosamente illegibile, dando l’idea di mirare troppo in alto e,così facendo, si perde per strada.

★★✬☆☆

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...