Scream 2 (1997)

Scream 2Fra i film più attesi della stagione 1997-1998, il secondo capitolo di Scream, saga firmata Wes Craven con la collaborazione dello sceneggiatore Kevin Williamson, torna sul grande schermo dopo una rapida fase di pre-produzione e tempi ristretti con gran parte del cast del primo film e con le ovvie new entry. Ritroviamo quindi i volti di Neve Campbell, David Arquette, Courtney Cox, Jamie Kennedy e Liev Schreiber, spalleggiati dai nuovi personaggi interpretati da Timothy Oliphant, Jerry O’Connell, Rebecca Gayheart, Portia De Rossi, Sarah MIchelle Gellar, Laurie Metcalf, Jada Pinkett-Smith e Omar Epps. La trama del film ha inizio ad un anno dagli sconvolgenti fatti di Woodsboro in cui il killer denominato Ghostface ha ucciso brutalmente alcune persone legate alla vita di Sidney Prescott. Il film tragato Dimension Films uscì nelle sale a ridosso delle festività natalizie incassando ben 175 milioni di dollari, a fronte di un budget di 25. Seguirà Scream 3 (2000) e a distanza di ulteriori undici anni vedrà la luce il sorprendente Scream 4, sempre diretti da Wes Craven.

In un cinema della città di Windsor si proietta l’anteprima del film Squartati, ispirato ad un libro, scritto dalla giornalista Gale Weathers, basato sui tragici fatti realmente accaduti a Woodsboro l’anno prima. Due studenti, Maureen Evans e Phil Stevens vanno a guardare il film ricevendo come gadget la maschera, il costume e un finto coltello di Ghostface e trovando la sala di proiezione piena di persone mascherate. Durante la proiezione vengono entrambi uccisi da un killer mascherato. Sentendo la notizia, Linus corre al campus per assicurarsi che Sid stia bene e fa la conoscenza dei suoi nuovi amici: Ally, la miglior amica di Sid; Mickey, uno studente fanatico dei film di Tarantino; Derek, il nuovo ragazzo di Sid, studente di medicina. Al campus arrivano anche molti giornalisti tra cui Debbie Salt, fan sfegatata di Gale Weathers. Scream 2_2Anche Gale è presente ed organizza un’intervista con Cotton Weary suscitando l’ira di Sid. La sera la bella CiCi Cooper è sola nella sua confraternita. Tutti sono a una festa a pochi metri da li. Ad un tratto riceve una telefonata dal serial killer: l’assassino le chiede se vuole morire entro quella notte. Subito dopo sente dei rumori provenire dal piano di sopra. Tenta di telefonare alla polizia del campus, ma cade la linea. I rumori alla fine si rivelano essere Dawnie una ragazza della confraternita che doveva cambiarsi per poi ritornare alla festa. CiCi si allontana un attimo con Dawnie, dimenticandosi di aver lasciato la porta principale aperta. Il killer allora entra in casa e si nasconde. Dawnie va alla festa e CiCi è di nuovo sola in casa. Il serial killer la chiama ancora, e lei impaurita inserisce l’allarme e si mette quindi a cercare l’intruso, ma senza successo. Il serial killer spunta all’improvviso da una porta: CiCi scappa al piano di sopra per poi arrivare alla soffitta. Cerca di difendersi lanciando addosso al serial killer un vaso e una bicicletta. Il serial killer la raggiunge e la scaraventa sul terrazzo. L’accoltella due volte alla schiena, ma CiCi è ancora viva. Il serial killer però, la lancia con forza giù dal balcone. Si sente un grido disperato e poi un tonfo. L’inquadratura va sul corpo di CiCi in un lago di sangue. Sidney, più tardi, viene aggredita dal serial killer riuscendo a scappare, mentre Derek rimane lievemente ferito. A seguito di questi fatti lo sceriffo Adam mette due guardie del corpo a proteggere Sidney. Mentre Gale, Linus e Randy ragionano sul da farsi, il serial killer telefona lasciando capire di trovarsi nei paraggi mentre li osserva. Mentre Randy cerca di tenere il serial killer al telefono, Gale e Linus iniziano a cercarlo. Ma Randy, preso dalla foga, si avvicina al furgoncino della giornalista, in cui è nascosto il serial killer. Scream 2_4Viene catturato e accoltellato. La sera Sidney riceve un messaggio al computer dell’istituto e le guardie capiscono che poteva essere stato solo qualcuno che si trovava nella stessa sala. La polizia cattura Cotton rilasciandolo però poco dopo. Più tardi Gale e Linus si dirigono nella sala cinema per dare un’occhiata ai filmati ripresi dal cameraman, in cui potrebbe apparire l’assassino. Il serial killer li aggredisce pugnalando Linus mentre Gale, riuscita a scappare, si imbatte in Cotton coperto di sangue. Intanto Sid viene trasferita insieme ad Ally in un luogo sicuro dalle guardie del corpo. Derek viene rapito dalla sua confraternita, colpevole di averne regalato il simbolo a Sid. Durante il tragitto l’assassino uccide le due guardie e…

Con una robusta dose di tecnica e con un ritmo “allegro”, Scream 2 non perde malamente il confronto con il predecessore capostipite della saga: tuttavia si notano alcune lacune, soprattutto nell’acting e nella sceneggiatura, quest’ultima più flebile e meno incisiva. La tanto criticata colonna sonora diretta da Marco Beltrami non porta danni al montaggio finale, sicuramente non esaltando i padiglioni auricolari più raffinati, ma quando spunta fuori il main theme di Broken Arrow di Zimmer (perchè questa scelta?) sono brividi. Come detto sopra non c’è una sorprendente recitazione per molti attori, anche i comprimari: delude molto Liev Schreiber (malamente doppiato in italiano) il quale sembra si sia trovato per caso sul set, male anche Timothy Oliphant che sembra voglia emulare il bravissimo Lillard del primo Scream_3film ma con scarsi risultati, peggio fa Jerry O’Connell completamente fuori contesto; benissimo Jamie Kennedy, che anche se sarà ucciso in questo episodio, potrà godere di una piccola parte post-mortem anche nel terzo film. Craven, dal suo canto, aumenta la tensione e il gore – come dice Randy a Linus “There are certain rules that one must abide by in order to create a successful sequel. Number one: the body count is always bigger. Number two: the death scenes are always much more elaborate – more blood, more gore – *carnage candy*. And number three: never, ever, under any circumstances, assume the killer is dead” – ma tradisce con un finale poco originale (pochissimo) senza regalare nulla di nuovo al termine della pellicola. L’idea peggiore probabilmente è stata quella della cancellazione del personaggio di Randy (per lungo tempo si parlò di una sua resurrezione, questo espediente conferma il pentimento degli sceneggiatori). Al di là di tutto, Scream 2 resta un prodotto divertente e ancora molto valido, capace di trasmettere a distanza di venti anni tanti brividi con qualche risata ricostituente. Non sarà la stessa cosa per il terzo film.

★★★☆☆

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...